Home
Chi siamo
Incontri
Attività
Segreti yoga

Marco: le sue poesie

 

Marco Spinelli, 20 anni, ha conosciuto Sahaja Yoga nel 2004 tramite un suo amico. Senza avere nessuna preparazione letteraria specifica, ecco alcuni dei suoi pensieri ispirati:

L’inizio

 

Da quando sono in Sahaja Yoga, tutto mi è più gradito

Questo è amore, è come essere in un prato, appena nato e fiorito

Ed è questo che mi ha colpito:

L’aiuto di Dio

Che come l’innocenza di un bambino appena sbocciato si è risvegliato.

  

Kundalini

 

Kundalini sei lì e qualcun ti deve risvegliare

Perchè devi uscir dal canale

E fuori spuntare

E permettere a noi di divinizzare

In un luogo così a noi sconosciuto

Ma tanto piaciuto

E siamo sempre lì che meditando,

Vogliamo sempre tornare in quel stato

Così sempre amato e gioito…

…Ma bisogna vedere se a noi è concepito.

  

Brezza fresca

 

E’ la bellezza della brezza fresca che sentiamo,

E’ per questo che ci innamoriamo

Del Paradiso, della Luce, dell’Innocenza.

E’ qua che nostra Madre ci vuol far entrare in Paradiso,

In un mondo di gioia e di amorevolezza, di purezza

E’ tutto un gioco, un gioco gioioso.

 

Dopo puja

 

Dopo aver passato una tale giornata

Mi sento come se mi fossi risvegliato

Da un sogno tanto durato;

Sono come un fiore appena sbocciato,

Pieno di polline profumato,

Come una piuma che si posa sull’aria,

Leggero nel vuoto cielo blu…

E se te vai sempre più su

Vai verso la Luce -

Più sei vicino più è bianca -

E’ così che mi distacco

Lasciando tutto qua giù

Per un po’ o poco più…

Non so per quanto di preciso

So solo che ho gioito…